FoyhoTech.it
Salute e Benessere

9 patologie per cui il nostro amico a 4 zampe, emana l’ odore di una …Puzzola

Fonte: Pixabay - StockSnap

Per quanto si possa tenere all’igiene dei nostri amici a 4 zampe, molto spesso le cause del loro  forte odore che può provenire dal’ alito o dalla pelle, esula dal eventuale  deficit in  toelettatura che gli dedichiamo.

Sono molteplici i segnali per cui dai veicoli sopra citati, il nostro caro amico ci può lanciare l’allarme che è giunto il momento di una visita dal veterinario, sia  per verificare il suo stato di salute che  per capire il fastidioso sintomo dell alitosi  eccessiva, da cosa è causato.

  • Infezioni del tratto urinario: è caratterizzato da un forte odore delle urine miste a sangue, odore  simile a  quello della spazzatura o del  pesce  rancido,   accompagnato da difficoltà  di minzione e necessità  di  leccare  insistentemente la zona genitale. Analisi dedicate  e una cura antibiotica, saranno fondamentali per far si che l infezione non si espanda a carico dei reni, peggiorando di molto la situazione.

 

  • Parvovirus: trattasi di diarrea emorragica ed è tipico riscontrarla nei  cuccioli quando perdono l immunità  materna, causando gastroenterite con sintomi quali vomito, depressione, inappetenza , disidratazione e febbre, nei casi più conclamati si manifesta l’ittero . E’ una forma di virus contagiosa  e se le feci molli e maleodoranti non cessano la loro fuoriuscita dopo 24 ore, il veterinario è indispensabile.

 

  • Insufficienza renale: in questo caso il forte odore di urine proveniente dalla bocca, è un segnale preciso, poiché i loro reni, faticano  a filtrare correttamente  le scorie attraverso il sangue. Correte immediatamente dal veterinario!

 

  • Infezioni da lieviti: in base alla  razza, colpisce maggiormente i cani aventi le  orecchie di forma allungata e si manifesta  attraverso   problemi auricolari ed anche qui, un forte odore simile appunto al lievito o alla birra, è un segnale che la parte colpita deve sempre essere asciutta e ben pulita, come anche gli spazi tra le dita e le pieghe della pelle.

 

  • Diabete: ebbene si,anche i nostri amatissimi a 4 zampe possono essere preda di questa allarmante patologia a danno del Pancreas, che può insorgere anche in cani di età  superiore ai sei anni e anche qui, il loro alito avrà  un sentore   dolciastro con conseguente aumento della sete e della minzione. Tale patologia non si debellerà  del tutto, ma una buona terapia farmacologica aiuterà  a tenerla sotto controllo.

 

  • Cancro alla bocca: questa temibile patologia, si manifesta attraverso l’emanare  un vero e proprio odore di marcio o spazzatura dalla bocca, attraverso il respiro e  l’alito cattivo. Potrebbe essere un semplice problema di igiene dentale ma, nel dubbio una visita dal veterinario è fondamentale!

 

  • Problemi dentali: anche in questo caso l’ alitosi canina, ci annuncia che fido necessità  di una migliore pulizia dei denti per debellare e prevenire eventuali infezioni.

 

  • Infezioni delle ghiandole perianali: anche qui il campanello d allarme è l alitosi, ed il forte odore ricorda    quello del pesce; nel momento della defecazione, le ghiandole rilasciano un liquido vischioso prodotto unicamente dalle feci, ma, se il cattivo odore nel cavo orale persiste, potrebbe trattarsi di un infezione in corso.

 

  • Piodermite: Carlini, Bullgog e cani in sovrappeso sono i più colpiti da questa patologia a carico della pelle, dove l insorgere dell infezione porta ad un cattivo odore del derma, molto simile a quello della muffa. I sintomi sono un forte prurito e segni di sofferenza al tatto.

 

Related posts

Mangiare pesce ogni giorno fa male? Ecco cosa può accadere

Patrizio Annunziata

Come si fa la carbonara? Ecco la ricetta ufficiale!

Patrizio Annunziata

La Mortadella fa bene o male? Ecco la risposta della medicina.

Rita Incoronato