FoyhoTech.it
Salute e Benessere

La bresaola è cancerogena? Attenzione alla risposta

La bresaola è tra i cibi più mangiati soprattutto quando si è a dieta per le sue proprietà benefiche ottime per perdere peso. Questo alimento è prodotto soprattutto in Valtellina, ma è consumato in tutta Italia. Si ricava da carni maggiormente di bovini anche se questi non tutti sono italiani, ma la produzione è completamente certificata nel nostro Paese. In giro sono state create delle teorie che hanno fatto sorgere più di un dubbio tra le persone che consumano questo alimento: la bresaola è cancerogena?

Non è assolutamente così, perchè tutti gli studi effettuati su di essa non hanno mai dimostrato che questo alimento possa essere cancerogeno, anzi, sono tantissimi i benefici che apporta all’organismo.

I benefici della bresaola

Quindi non esistono pericoli nel mangiare la bresaola, ma al contrario può solo fare bene alla nostra salute, perchè ricca di benefici essendo ricca di vitamine, di minerali e di proteine e per lo più povera di grassi.

Come già accennato è un ottimo alleato per coloro che vogliono perdere peso, perchè è ipocalorica, grazie al suo basso contenuto lipidico, inoltre è un integratore naturale di energie e per questo consigliato anche nell’alimentazione degli sportivi.

La presenza di Vitamina B3 aiuta a ridurre l’eventuale presenza in eccesso di colesterolo ed è un’ottima alleata nella prevenzione dell’insorgere di malattie cardiovascolari.

Nella bresaola è contenuta anche la Vitamina B12, sostanza alleata per il benessere della nostra pelle, dei nostri capelli, delle nostre unghie e, studi scientifici hanno dimostrato quanto sia utile anche per contrastare la psoriasi.

Mangiare bresaola aiuta a contrastare le influenze stagionali, perchè stimola le difese immunitarie, questo grazie alle vitamine del gruppo B presente in essa.

La bresaola contiene un elevato quantitativo di sali minerali tra cui il potassio e il magnesio: nel caso si soffra di crampi muscolari (soprattutto notturni), questo alimento potrà esservi di aiuto per dormire senza provare quei terribili dolori. È ricca di fosforo e di calcio, due minerali importanti per fortificare le ossa e i denti. La vitamina E ed il selenio in essa presenti svolgono un’azione antiossidante, utili per contrastare l’invecchiamento precoce e l’insorgere di malattie degenerative.

La preparazione di questo salume è piuttosto lunga. Si parte dalla fase principale ed iniziale della salagione a secco, fino a quella conclusiva della stagionatura che ha una durata di circa due (al massimo quattro) mesi.

Controindicazioni della bresaola

Seppur molto salutare, la bresaola è pur sempre un salume e quindi contiene sale e colesterolo, proprio per questo motivo è sconsigliato il suo consumo a coloro che soffrono di ipertensione arteriosa o presentano problematiche a livello cardiovascolare.

Related posts

Il mango contiene nichel? La risposta dell’esperto

Patrizio Annunziata

Bere troppa birra: ecco cosa succede al nostro corpo

Patrizio Annunziata

Mangiare cipolla una volta al giorno: ecco cosa succede, Incredibile

Patrizio Annunziata