FoyhoTech.it
Salute e Benessere

I ceci fanno dimagrire? La risposta del nutrizionista

I ceci sono legumi molto usati nelle nostre cucine perchè si abbinano benissimo alle più svariate ricette, infatti possono essere mangiati con la pasta, come contorno ed in altri tantissimi modi, ma i ceci fanno dimagrire? Questa è la domanda più ricorrente che si pongono le persone e alla quale daremo una risposta affidandoci a studi effettuati da ricercatori e nutrizionisti.

Secondo uno studio condotto dai ricercatori del St. Michael Hospital, in Canada, mangiare una porzione di ceci al giorno riduce i livelli di colesterolo e aiuta a dimagrire.

I ceci sono un ottimo alleato per coloro che vogliono perdere peso, perchè ricchi di vitamine, sali minerali e proteine. Questi legumi aiutano depurare l’organismo e anche a stimolare la funzionalità dell’apparato digerente ma anche di quello nervoso.

Donano all’organismo nutrienti preziosi come proteine, vitamine del gruppo B, lipidi, fosforo, potassio, magnesio, calcio, silice. ma sono anche un’ottima per il buonumore grazie alla presenza di triptofano e arginina, amminoacidi che producono la serotonina.

Le fibre presenti in essi aiutano al diuresi, perchè favoriscono la regolarità delle funzioni dell’intestino. In particolare, sono ricchi di vitamina B3 e B9, utili per il metabolismo, il meccanismo che fa bruciare calorie. Inoltre, anche se contengono elevate quantità di carboidrati, per via dell’abbondanza di fibre permettono un prolungamento del senso di sazietà.

Come si possono cucinare i ceci

Cucinare i ceci freschi richiede tantissimo tempo, infatti occorre sempre metterli in acqua a temperatura ambiente per circa 10-12 ore. In questo caso più stanno ammollo e meglio è. Attenzione, però, a non superare mai le 24 ore. L’amido contenuto in questi legumi, infatti, assorbe umidità e i semi, gonfiandosi, recuperano consistenza.

I ceci vanno coperti completamente di acqua. Per ogni chilo di ceci secchi occorre utilizzare sei litri di acqua, che va cambiata ogni tanto durante questo periodo di tempo. Quando si tolgono d’ammollo i ceci vanno lavati per bene sotto l’acqua. Una volta scolati si possono iniziare a cucinare. In genere vanno cotti per circa tre o quattro ore.

Visto che questo è un processo davvero lungo, in molti preferiscono acquistarli in barattoli nei quali sono già precotti.

I benefici dei ceci

Oltre ai benefici già elencati va anche ricordato che questi legumi hanno altri benefici, come quello di proteggere il cuore grazie alla presenza di acidi grassi come l’Omega 3, che permette di mantenere in saluto l’apparato cardio-circolatorio, abbassante questo o i trigliceridi e regolarizzando il battito cardiaco.

In più grazie alla presenza di ecitina e acidi grassi polinsaturi i ceci sono utili per abbassare i livelli di colesterolo cattivo (LDL) e alzare quello buono (HDL).

In essi è poi presente molto potassio, il quale permette di tenere sotto controllo la pressione arteriosa e previene le malattie reumatiche

Altri benefici sono legati alla presenza di calcio, ferro, zinco e magnesio, più la Vitamina K.

Related posts

Mangiare pere dopo pranzo: ecco cosa succede

Patrizio Annunziata

Mangiare due kiwi al giorno: cosa succede a chi lo fa?

Patrizio Annunziata

Mangiare la pasta scotta fa male? Ecco la verità

Patrizio Annunziata