FoyhoTech.it
Tecnologia

Crisi epilettica alla console: salvato dall’amica in multiplayer

Un ragazzo britannico di 17 anni, Aidan Jackson, è stato salvato dalla sua compagna di gaming online, la 20enne statunitense Dia Lathora, che lo ha sentito accusare una crisi epilettica mentre giocavano assieme, collegati su internet attraverso le console e le cuffie. Una storia a lieto fine, che ha dell’incredibile e che serve anche a valutare come il rapporto che si crea tra persone online dipenda – di fatto – dalla sensibilità delle stesse persone e non dalle macchine che lo consentono.

La storia è stata raccontata dalla BBC, la British Broadcasting Corportation, che ha avuto modo di intervistare i genitori di Aidan, che all’improvviso si sono trovati sulla porta di casa un agente della polizia chiamato dagli USA in soccorso di loro figlio. Queste le parole della madre del giovane, Caroline Jackson: “Siamo incredibilmente grati a Dia per quello che ha fatto e shockati dal fatto che noi eravamo al piano di sotto e non sapevamo quello che stava succedendo. Dia aveva il nostro indirizzo ma non aveva numeri di contatto, quindi è stato incredibile che sia riuscita a ottenere aiuto da così lontano”.

E la parte più incredibile della storia è proprio come la ragazza sia riuscita a mobilitare i soccorsi da così lontano. La ragazza è stata contattata da Echo, un quotidiano di Liverpool anch’esso interessato a saperne di più della storia. Ha raccontato di aver capito subito che Aidan fosse in pericolo nel momento in cui non le ha più risposto nelle cuffie. A quel punto ha cercato il numero di emergenza per l’Europa, riscontrando come il servizio non fosse attivo. Ha usato il numero non dedicato alle emergenze nella speranza di parlare con un operatore reale: la cosa si è realizzata e i soccorsi si sono mobilitati in tempo per salvare il ragazzo dalle conseguenze di una crisi epilettica.

È la seconda volta in meno di un anno che il ragazzo viene ricoverato in ospedale, dopo il primo attacco epilettico arrivato nel maggio scorso. La speranza è che le crisi non gli impediscano di continuare a mantenere il rapporto con Dia, visto che le console e i videogiochi mostrano spesso il cartello di avviso rispetto al rischio di manifestazioni di crisi epilettiche in seguito all’utilizzo prolungato. Nel frattempo, però, la giovane texana ha mostrato a tutti cosa si può fare con sensibilità e intelligenza.

Related posts

Xbox Series X può battere PS5 sui giochi in esclusiva: ecco perché

Alberto Sanci

Amazon’s Choice può riservare brutte sorprese: aggirato l’algoritmo di promozione

Alberto Sanci

Borsa Italiana Oggi: chiusura dell’8 giugno

Ago Ciri