FoyhoTech.it
Tecnologia

Disney+ elimina la prova gratuita in Italia: ecco perché

Disney+ non mette più a disposizione dei suoi utenti italiani la settimana di prova gratuita al momento della registrazione. Non sarà quindi più possibile sfruttare 7 giorni di prova prima del primo pagamento se si vorrà registrarsi al servizio di streaming on demand della major statunitense. Al momento, per accedere ai servizi di Disney+, serve subito “sborsare” qualcosa: il canone mensile da 6.99 €uro oppure quello annuale da 69.99 €uro. Non è più possibile farsi un’idea gratuitamente di quanto viene offerto nel catalogo e delle potenzialità di riproduzione dell’applicazione.

Si tratta di una scelta prettamente commerciale e che non riguarda esclusivamente il nostro paese. Nel fine settimana scorso Disney+ aveva iniziato a rimuovere la settimana di prova gratuita in Francia e, pian piano, sta estendendo la decisione a tutti i paesi europei dov’è sbarcata nello scorso inverno. Stando a quanto fatto filtrare da Disney+, la scelta sarebbe legata alla consapevolezza di offrire un rapporto qualità-prezzo già particolarmente conveniente, in entrambe le versioni dei canoni offerti. Se proprio prova si vuole fare, insomma, si possono pagare tranquillamente poco meno di 7 euro e poi fermarsi dopo un mese: questo il discorso alla base della dirigenza di Disney+. Ad ogni modo non è possibile escludere che altri periodi promozionali vengano proposti, magari con altre formule, in futuro.

La mossa era stata “provata” anche da Netflix lo scorso anno. Alla fine Netflix tornò indietro riproponendo il mese di prova gratuita: vedremo cosa farà Disney+. Anche perché quest’ultimo è stato autore di un esordio “folgorante” in Europa, con un vero e proprio boom di abbonamenti. Evidentemente il servizio, nel vecchio continente, era particolarmente atteso, ed è stato proposto con una campagna promozionale vincente.  Attualmente Disney+ può contare su una base di utenti formata da almeno 54,5 milioni di utenti, aumentata sensibilmente anche “grazie” al lockdown. Nel periodo di maggior reclusione in Europa, infatti, è stata rilevata una crescita di 16,5 milioni di abbonati in circa 11 giorni.

Related posts

DualSense è il nome ufficiale del controller PS5: eccolo svelato

Alberto Sanci

Offerte Amazon: approfitta degli sconti sui prodotti per la casa

Alberto Sanci

Cervello come interfaccia? Ecco la frontiera dell’internet dei sensi

Alberto Sanci