FoyhoTech.it
Tecnologia

Per GameStop, la retrocompatibilità aiuterà le vendite di PS5 e Xbox Series X

Arrivano segnali di fiducia da GameStop sulle previsioni di vendita di PS5 e Xbox Series X. Le console next-gen di Sony e Microsoft arriveranno sul mercato solo a fine 2020. Ma il fatto che per entrambe sia stata annunciata la retrocompatibilità, aumenta la fiducia dei vertici dell’azienda di grande distribuzione di videogiochi in tutto il mondo.

GameStop “spinge” alla retrocompatibilità: le dichiarazioni

Le dichiarazioni del CEO di GameStop, George Sherman, arrivano subito dopo un periodo molto negativo nelle vendite. Le vendite del periodo di Natale 2019, peggiorate sensibilmente rispetto agli anni scorsi, hanno causato la discesa delle azioni della compagnia al minimo storico. Questo è prevedibile e comprensibile nell’anno che precede l’uscita di nuove console. Ma le parole di Sherman sanno anche di speranza. “Se si guarda alle caratteristiche delle nuove console che stiamo tutti aspettando col fiato sospeso, vediamo che una è la permanenza del lettore ottico, che continuerà ad esserci, mentre l’altra è la presenza della retrocompatibilità. La possibilità di giocare tutti i giochi delle generazioni precedente sulle nuove console c’è”.

Entrambi i fattori restano fondamentali per la tenuta dei negozi fisici. GameStop si regge moltissimo sulla presenza dei propri negozi nei centri commerciali e nelle grandi città. E così, da un lato la permanenza del lettore ottico lascia presagire che ancora si venderanno i giochi in DVD e Blue Ray, e non solo su copie digitali. Cosa che avrebbe tolto una fetta importante di mercato a GameStop. Dall’altro la retrocompatibilità incoraggerà tutti coloro in possesso di numerosi giochi ad acquistare una nuova console, senza perdere la possibilità di continuare a giocare ai propri titoli preferiti.

GameStop: la retrocompatibilità permette di comprare già ora

Certo, la garanzia di questa caratteristica, al momento, è certa solo su Xbox Series X. Sony non l’ha ancora ufficializzata, anche se è altamente probabile sia così. D’altra GameStop ha la necessità di spingere le vendite dei giochi già da ora, se non vuole vivere un anno completamente in attesa. Sembrano confermarlo le ulteriori dichiarazioni di Sherman a proposito: “I fan capiscono perfettamente cosa sia la retrocompatibilità, altri utenti vanno educati a questa caratteristica, in un certo senso. Ma pensiamo che ci sarà una rinascita del settore, una volta che le nuove console saranno disponibili e si saprà che tutti i giochi funzioneranno su di esse. Non sono soldi buttati, se compri un gioco oggi sarà un qualcosa che potrai utilizzare sul tuo nuovo dispositivo”.

Related posts

Automazione e consegne a domicilio: come cambierà il settore nei prossimi anni

admin

Football Manager 2020 gratis per una settimana su Steam: ecco come averlo

Alberto Sanci

Google Maps ora ha anche i limiti di velocità: ecco come usarli

Alberto Sanci