FoyhoTech.it
Tecnologia

Brutto momento per Nintendo: bocciata la Switch, hackata Switch Lite

Sono ore di preoccupazione in casa Nintendo per una doppia brutta notizia riguardanti le console di gioco Nintendo Switch e Nintendo Switch Lite. Le due notizie sono estremamente diverse tra loro ma vedono la casa giapponese al centro di due problematiche che stanno a cuore ai propri fan: la “tenuta” della console, e la sua capacità di non essere attaccata.

Nintendo Switch “troppo fragile”

La denuncia di un associazioni di consumatori francese sulla fragilità di Nintendo Switch non suonerà strana ad alcuni appassionati. Nelle scorse settimane sono girate foto di console fuse dall’inserimento di una scheda di memoria. Ma in Francia Nintendo Switch è stato definito “il dispositivo più fragile” del 2019, e cioè quello con più rotture e richieste di assistenza e sostituzione. La console ibrida si aggiudica questo triste premio per “scarsa qualità costruttiva in elementi essenziali come quelli rappresentati dai Joy-Con e dai suoi analogici”. Insomma, il controller si rompe con estrema facilità, o è vittima di Joycon-Drifting, un fenomeno per cui il movimento fatto con gli analogici viene completamente alterato sullo schermo. Una polemica generatasi diversi mesi fa e alla quale Nintendo ha impiegato mesi a rispondere.

Nintendo Switch Lite hackata

Discorso completamente diverso, ma molto problematico lo stesso, quello che riguarda Nintendo Switch Lite. Che è stata hackata – o come alcuni usano ancora dire – crackata da un gruppo chiamato Team-Xecuter che ha pubblicato su Youtube un video del funzionamento di un sistema operativo proprietario, chiamato SX OS 3.0, che in grado di girare sulla console Nintendo, consentendo l’installazione di applicazioni homebrew sulla console e quindi, potenzialmente, anche software e giochi contraffatti. Non ci sono ulteriori dettagli né sul procedimento né sul software: molto probabile che qualsiasi indicazione sarà diffusa sotto pagamento, e che qualche dettaglio non venga fuori prima dell’inizio del 2020, ormai prossimo.
La sensazione è che Nintendo stia già lavorando a una versione aggiornata del Firmware che possa proteggere in qualche modo gli utenti che si sono affidati fino a questo momento alla capacità della casa madre giapponese di mantenere originali e inattaccabili le proprie console.

Ricordiamo che Foyhotech e la sua redazione sono contrarie ad ogni forma di pirateria e che quanto descritto rientra nel diritto di cronaca legato alla descrizione della programmazione e delle problematiche delle case di produzione di dispositivi elettronici. Sconsigliamo e invitiamo chiunque ad astenersi da comportamenti illegali.

Related posts

PS5 Future of the Game l’11 Giugno alle 22. Arrivano i giochi, e la console?

Alberto Sanci

Steam sfiora i 19 milioni di utenti in contemporanea: è record!

Alberto Sanci

Umer: l’app che ti organizza il funerale

admin