La popolare applicazione di instant messaging va in black out per circa tre ore nella sera del 3 maggio 2017.

WhatsApp è la più popolare applicazione di messaggistica instantanea del mondo. Oggi conta oltre un miliardo e duecento milioni di iscritti in tutto il mondo. Ieri sera, per circa tre ore, gli utenti, iPhone e Android, hanno trascorso momenti di “panico”, o meglio di pace, senza possibilità di utilizzare l’app.

Come già accaduto in precedenza, WhatsApp ha rassicurato tutti con un laconico “Ora il problema è risolto”. Nessuna spiegazione ufficiale ne tantomeno dettagli sulle cause tecniche che hanno portato alla interruzione temporanea del servizio.

Il problema si è verificato in tutte le parti del mondo. Ad essere coinvolta non è stata esclusivamente l’Italia. Gli stessi problemi sono stati registrati anche negli States, in Canada, in India, in Brasile e in decine di altri paesi. Come già detto, nessuno sistema operativo è stato risparmiato. Il malfunzionamento ha riguardato sia i più popolari iOS ed Android che Windows Mobile.

E l’#whatstappdown diventa subito trending topic su Twitter

Sulle piattaforme social sono impazzate le reazione degli utenti. Su Twitter, ieri, #whatsappdown era il trending topic a farla da padrona.

In Brasile, dove WhatsApp è evidentemente il leader del settore, si è registrato un picco di iscrizioni al sistema concorrente Telegram. Una situazione già avvenuta nel paese, in due diverse occasioni, quando WhatsApp era stato messo al bando su ordine della magistratura.