Il roaming l’ultimo “muro” dell’UE

Il roaming sarà abolito a partire da giugno del corrente anno. I consumatori Europei, non pagheranno più sovrapprezzi.

In questi mesi si sono attivati in questo senso Parlamento, Commissione e Consiglio europeo; le tre Istituzioni hanno raggiunto un accordo sui prezzi che gli operatori applicano tra di loro per il servizio di roaming.

Il patto in breve prevede che le tariffe all’ingrosso saranno il 90% più basse delle attuali, consentendo agli operatori di offrire il roaming ai loro clienti senza aumentare i costi delle telefonate nazionali. Allo stesso tempo però devono essere abbastanza elevate in modo che gli operatori dei Paesi visitati possano recuperare i loro costi senza aumentare i prezzi al dettaglio. Inoltre, il tetto deve consentire di proseguire con gestione e l’ammodernamento delle reti in modo che i cittadini europei possano avere connessioni stabili dappertutto in Europa.

Una tabella vera e proprio ha fissato i prezzi all’ingrosso:

  • le telefonate costeranno 0,032 € al minuto
  • gli sms di 0,01 €
  • il traffico dati dal 15 giugno 2017 scenderà dall’attuale 50,00 €/Gigabyte a 7,70 €/GB

La notizia più interessante è che il prezzo del traffico dati continuerà a scendere nel corso degli anni a venire; infatti, dal 1 Gennaio 2018 il tetto sarà 6,00 €/Giga, dal 1 Gennaio 2019 4,50 €/GB, dal 1 Gennaio 2020 3,50 €/GB, dal 1 Gennaio 2021 3,00€/GB e dal 1 Gennaio 2022 2,50 €/GB.

I dubbi sulla nuova riforma

A frenare l’entusiasmo sulla nuova riforma ci pensa però un eurodeputato grillino: David Borrelli.

Borrelli spiega che in Commissione si era lavorato per far scendere la tariffa fino a 1,00€ nel 2021; il consiglio invece nel corso dei negoziati ha spinto a rialzare la tariffa massima all’ingrosso per il traffico dati. Questa mossa mette però in difficoltà i piccoli operatori che difficilmente potranno sostenere i costi per garantire il roaming zero.

Stando alle affermazioni dell’eurodeputato siamo di fronte all’ennesima “truffa” mascherata da buon proposito dei governi ai danni de cittadini.

 

A proposito dell'autore

Ciao ragazzi, sono Luigi, sono diplomato in grafica pubblicitaria e laureato in Industrial Design. Oltre alla passione per le materie artistiche, negli anni ho coltivato un crescente interesse per la tecnologia in tutte le sue sfaccettature: dai cellulari ai videogame dai pc alle console.

Post correlati