Le voci erano vere, Fitbit acquisisce Pebble

Pebble entrò nel mercato degli smartwatch nel gennaio 2013, ma nonostante iniziale boom non è riuscita a raggiungere il successo sperato.

L’acquisto sembra abbia comportato per la Fitbit un esborso di circa 40 milioni di dollari. Con questa operazione, il marchio Pebble  scompare, e cesserà di operare in modo indipendente, secondo i termini del contratto.

Già da una settimana girava voce di una possibile acquisizione da parte di Fitbit. Ma solo ora si è avuta l’ufficialità.

La stessa Pebble ha confermato sul proprio sito web che abbasserà il sipario e smetterà di produrre e distribuire smartwatch, promettendo rimborsi a tutti gli utenti che hanno sostenuto la loro campagna su Kickstarter e non hanno ancora ricevuto i propri ordini. Muore così un piccolo gigante del settore.

“Con questa acquisizione, siamo posizionati meglio per accelerare l’espansione della nostra piattaforma e del nostro ecosistema, in modo da rendere Fitbit una parte centrale nella vita di tutti i giorni per una grande quantità di clienti, oltre che per sviluppare le funzionalità necessarie a personale sanitario, assicuratori e datori di lavoro per integrare in modo più utile la tecnologia degli indossabili nel settore dell’assistenza sanitaria”, ha scritto James Park, CEO e cou-fonder di Fitbit.

L’acquisto avviene però in un momento di profonda crisi per il mercato degli smartwatch. Secondo la società di analisi IDC, solo nel 2016 le vendite di smartwatch sono calate del 55%. Con Apple leader di vendite con più di un milione di dispositivi venduti. Che sia questa la mossa giusta per portare una ventata di novità?!

pebble__fitbit-foyhotech

Cosa cambia per possessori di un dispositivo Pebble?!

Migikovsky, CEO di Pebble, ha chiarito che attualmente i dispositivi continueranno a funzionare normalmente, ma avverte che il sostegno e lo sviluppo di nuove funzionalità verrà progressivamente ridotto, fino a cessare del tutto.

Per quanto riguarda invece la garanzia questa volta a rimetterci sono i consumatori, a cui è stata rimossa con effetto immediato. Tuttavia, la pagina di supporto ed il forum continueranno a essere online.

Inoltre, gli accessori rimarranno in vendita nei negozi di terze parti, come ad esempio Amazon.