Google rilancia la sfida ad Apple per i wearable

Il 2016 è ormai archiviato e Google ha pensato bene di stuzzicare i propri utenti comunicando il lancio di due wearable nel primo trimestre 2017.

L’annuncio è stato divulgato dalla rivista The Verge facendo seguito ad un’intervista fatta a Jeff Chang, product manager di Android Wear.

Le indiscrezioni sui nuovi smartwatch da parte di Google circolavano da mesi e solo di recente sono state confermate.

Con questa mossa Google si appresta a sfidare Apple nel mondo degli smartwatch che stenta a decollare nonostante le continue offerte, gli analisti stimano infatti per quest’anno un incremento di unità vendute da 19,4 milioni a 20 (+3,9% rispetto all’anno corrente).

Curiosità sui nuovi smartwatch

I nuovi dispositivi non mostreranno il marchio Google né Pixel ma saranno marchiati con il logo del loro produttore; in questo modo Chang ha annunciato quindi la collaborazione di Google con un’altra azienda per la produzione degli smartwatch.

Altra indiscrezione che traspare dall’intervista di Chang riguarda il sistema operativo che dovrebbe essere aggiornato ad Android Wear 2.0, inoltre il product manager ha aggiunto che al momento del lancio dei nuovi smartwatch, anche i modelli più recenti verranno aggiornati al nuovo S.O.

Resta l’incognita dell’azienda che collaborerà alla realizzazione dei nuovi dispositivi.

Durante l’intervista Chang ha asserito che si tratterà di un’azienda che ha già operato nel settore degli smartwatch; a questo punto i nomi papabili sono Huawei, LG o addirittura Motorola.

All’inizio di quest’anno Android Police ha rilasciato alcuni rendering di come dovrebbero apparire i nuovi smartwatch.

Dai renderin notiamo che entrambi gli smartwatch avranno il quadrante cilindrico verniciata in Titanio anche se di diametro differente.

La peculiarità dei due dispositivi sarà sicuramente data dalla connettività; infatti i due smartwatch saranno dotati di GPS e connessione dati LTE.

Nell’orologio renderizzato a sinistra possiamo notare inoltre che sul profilo del quadrante sono presenti tre pulsanti fisici anzichè uno, questo potrebbe spoilerare l’introduzione di nuove funzionalità per l’assistente di Google.