Se ne parlava già da qualche tempo. Ora giunge la conferma ufficiale. Netflix, la società di streaming statunitense, ha annunciato l’aumento dei prezzi di 2 dei 3 abbonamenti disponibili.

La modifica dei prezzi ha riguardato prima l’America ed ora è il momento dell’Italia, insieme ad altri paesi europei come Olanda, Francia, Germania e Gran Bretagna.

Come cambieranno i prezzi degli abbonamenti? 

A partire dal 9 ottobre per i nuovi abbonati al servizio ci saranno i seguenti rincari:

  • il piano Standard, che prevede due dispositivi e qualità HD, passerà da 9,99 a 10,99 Euro al mese;
  • il piano Premium, che prevede 4 dispositivi e la qualità 4K, passerà da 11,99 a 13,99 Euro.

Mentre non ci sarà alcun aumento per l’abbonamento Base, che permette di usare un solo dispositivo e vedere film e serie in qualità ridotta. Continuerà a costare 7,99 euro al mese. 

Per quanto riguarda i già abbonati a Netflix riceveranno, a partire dal 19 ottobre, la notifica dell’aumento, almeno 30 giorni prima del loro ciclo di fatturazione, o di quando leggono la notifica. Saranno avvisati sia via email che tramite la piattaforma. Quindi la modifica effettiva dei prezzi sui singoli abbonati avverrà nel corso delle prossime settimane, previa comunicazione. Inoltre, come già accade, gli utenti possono verificare le info relative al prezzo nel proprio account Netflix.

La scelta, che di sicuro non renderà felici né nuovi né vecchi utenti, è però piaciuta in Borsa. Il titolo Netflix ha registrato un incremento fino al 5,4%, con un dato finale di 194,39 dollari sul listino del Nasdaq.

Ma perché aumentare i prezzi?

Netflix ha giustificato l’aumento di prezzo di 2/3 dei suoi abbonamenti, con la necessità di sostenere i grandi investimenti necessari per offrire contenuti sempre nuovi ed esclusivi; ma anche la necessità di introdurre nuove funzionalità e migliorare l’esperienza d’uso del cliente.

Netflix fa sapere che negli ultimi 2 anni, il numero di titoli disponibili in Italia è aumentato del 207%, con un’aggiunta di più di 1.000 ore di contenuti originali nel 2017.

C’è qualche altro motivo che spiega i nuovi prezzi?

Io penso che Netflix abbia capito quanto stia perdendo in termini di guadagni a causa di una pratica molto diffusa, non solo in Italia, ma in tutto il mondo. Sapete di cosa sto parlando: l’account condiviso 😉 

In questo modo Netflix potrà recuperare una, seppur minima, parte di quei mancati introiti. Dall’altra parte considerando che un abbonamento Premium viene condiviso da 4 persone; l’aumento di prezzo di 2 € al mese si traduce in un aumento di soli 50 cent. per persona. Accettabile no?

Voi cosa ne pensate? Sarà anche questo uno dei motivi alla base dell’aumento dei prezzi???