FoyhoTech.it
Risparmio

Attenzione all’IMU: ecco quanti soldi rischi di pagare

Fonte: Pixabay - cadispensa

Attenzione all’IMU: i proprietari di casa rischiano di pagare molto denaro. A dirlo è una sentenza della Corte di Cassazione di cui parleremo nelle prossime righe.

Cosa dice la sentenza 20130/2020?

Quando si parla dell’importanza di fare attenzione all’IMU, si chiama in causa la sentenza 20130/2020 della Corte di Cassazione. Cosa dice di preciso? Si concentra in particolare sul caso dell’esenzione dall’IMU nel frangente in cui marito e moglie risiedono in Comuni diversi.

Gli ermellini, in particolare, hanno fatto presente che, in circostanze del genere, l’esenzione non è applicabile. Sembra una decisione banale, ma non lo è affatto. Per rendersene conto, basta rammentare il fatto che, con questa sentenza, la Corte di Cassazione si è pronunciata contro una decisione presa sull’IMU dal Ministero delle Finanze.

La cosa non finisce qui: con la sentenza in questione, infatti, la Corte di Cassazione apre la strada alla possibilità di recupero delle imposte da parte dei Comuni. Tornando un attimo al caso preciso sopra citato, ricordiamo che, nel caso in cui due coniugi dovessero avere due casi in differenti Comuni e decidere di prendere la residenza uno in un immobile e l’altro nel secondo, nessuna delle abitazioni verrebbe considerata come principale.

La Suprema Corte ha quindi stabilito che l’abitazione principale può essere soltanto una, registrata presso il catasto urbano e corrispondente alla dimora abituale del proprietario e della sua famiglia, nonchè alla residenza anagrafica.

Un altro esempio che si può chiamare in causa per capire bene perchè fare attenzione all’IMU riguarda la situazione di chi ha una casa in città e un’altra al mare in un Comune differente. Nessuna delle abitazioni sopra ricordate può essere considerata principale.

Sulla base della sentenza sopra ricordata, in questi casi non si ha diritto all’aliquota ridotta. Inoltre, non è consentito scegliere a quale delle due abitazioni applicarla.

Le conseguenze della sentenza

Quali ripercussioni pratiche potrebbe avere questa sentenza? Si attendono tantissimi controlli, soprattutto sulle seconde case. Lo scopo è quello di verificare che l’immobile sia l’effettiva residenza del proprietario e della sua famiglia e che non sussistano casi di evasione dell’IMU. 

Nel caso in cui si dovesse dimostrare il contrario, le municipalità potrebbero arrivare a richiedere gli arretrati dei 5 anni precedenti. Facciamo presente che i controlli sono attesi soprattutto su immobili siti in località turistiche al mare e in montagna. Si attendono controlli anche su immobili cittadini dove risiede solo una parte del nucleo familiare.

Related posts

Pensioni Ottobre 2020: date ufficiali dei pagamenti

Alessia Ferranti

Bonus facciate: quanto puoi recuperare?

Vincenzo Galletta

Quanti italiani campano con la pensione dei nonni? Incredibile…

Beatrice Verga