FoyhoTech.it
Risparmio

Home Banking: ecco tutto quello che non sapevi

Fonte: Pixabay - nattanan23

I tempi delle lunghe code in banca o delle noiosissime attese per prendere un appuntamento telefonico con l’istituto di credito sono finiti grazie all’Home Banking. Di cosa si tratta esattamente? Home Banking: ecco tutto quello che non sapevi.

L’Home Banking: cos’è

L’Home Banking non è altro che la possibilità di eseguire operazioni bancarie direttamente e comodamente da casa propria. Ciò praticamente è permesso ormai da quasi tutte le banche: al momento dell’attivazione del conto verranno infatti chieste al cliente le preferenze di gestione delle spese, se in maniera fisica recandosi sempre agli sportelli oppure online. In questo caso una particolare procedura permetterà di ricevere accessi e password specifiche per potersi collegare al sito della banca tramite pc o app e fare operazioni di credito direttamente dalla poltrona di casa propria.

L’Home Banking: come funziona

Quando si apre un conto corrente e si decide di gestirlo online, si avrà accesso a una piattaforma dedicata messa a disposizione del cliente dalla banca. Si tratta di un’area interna del sito dell’istituto di credito a cui accedere con uno username e una password personali. Si aprirà quindi un’interfaccia con menù a tendina da cui sarà possibile scegliere le operazioni che ci interessano come controllare il saldo e i movimenti, effettuare pagamenti e bonifici, ricaricare il cellulare o altro.

E’ possibile operare in tutta sicurezza e comodità, direttamente a casa propria, in poltrona o sul divano, tramite pc o ancora più comodamente e velocemente via app, dal cellulare.

Home Banking: i vantaggi

L’Home Banking presenta diversi vantaggi. Innanzitutto, e lo abbiamo già detto, la comodità di fare tutto a casa evitando code in banca. A questo si aggiungono la rapidità  e l’immediatezza delle operazioni, che si possono fare 24 ore su 24. C’è poi l’eliminazione dei costi di gestione e intermediazione. In caso di problemi l’assistenza al cliente sarà sempre presente e facilmente raggiungibile via telefono, mail o tramite chat.

Certamente però, viene da chiedersi se l’Home banking è sicuro. Cerchiamo di capire se questa tecnologia ci offre vantaggi anche a livello di sicurezza per i nostri risparmi.

L’Home Banking è sicuro?

L’Home Banking è sicuro? Tutta questa comodità è ripagata anche in termini di maggiore sicurezza delle procedure? Si corre il rischio di frode? Le piattaforme espressamente strutturate e adibite all’Home Banking sono certamente protette da avanzati sistemi che escludono il pericolo di frode, che tutelano il rispetto dei dati personale dell’utente e la riservatezza. Certamente anche a noi saranno suggeriti comportamenti utili a non cadere in pericoli. Innanzitutto non dovremo mai comunicare le nostre credenziali di accesso a nessuno e disconnetterci sempre dall’area riservata quando facciamo il login.

Inoltre dobbiamo sempre stare attenti alle frodi via mail e non comunicare mai username e password a presunte mail che si fingono della nostra banca. Le comunicazioni importanti da parte degli istituti di credito avvengono sempre tramite raccomandata postale.

Related posts

Condizionatore: quanto incide in bolletta

Giacomo

Riduzione del 40% sulla TARI: ecco a chi spetta

Beatrice Verga

Quanti italiani campano con la pensione dei nonni? Incredibile…

Beatrice Verga