FoyhoTech.it
Risparmio

Intestare l’assicurazione ad un genitore anziano: è reato? Ecco quanto si risparmia

Fonte: Pixabay - geralt

Quando abbiano un bene è buona norma prevedere per esso una forma assicurativa che ci garantisca un rimborso in caso di eventi avversi. Intestare l’assicurazione ad un genitore anziano: è reato? Ecco quanto si risparmia.

Intestare l’assicurazione a un genitore anziano

Innanzitutto chiariamo che si può intestare a un genitore anche anziano l’assicurazione auto. La legge infatti permette l’ereditarietà della classe di rischio di un familiare presente nello stesso nucleo. Deve essere già  presente un’assicurazione a nome del genitore su un veicolo dello stesso tipo. In pratica se si vuole intestare l’assicurazione auto a un genitore anziano, nostro padre o nostra madre devono già avere un’auto assicurata.  Questa cosa non si può fare se i veicoli sono di tipologia differente ad esempio un’auto e una moto.

Dunque, per ricapitolare, per la legge si può intestare l’assicurazione a un genitore anziano ma i due intestatari devono avere conpresenza nello stesso stato di famiglia ed essere persone fisiche e la polizza di cui si vuole ereditare la classe di merito deve essere già  precedentemente attiva su un’altra automobile.

Casi particolari

Capita certamente che il figlio che vuole intestare l’assicurazione al genitore anziano non conviva più con i familiari. Da quello che abbiamo detto nel paragrafo precedente quindi parrebbe non possibile l’intestazione. In realtà si può fare perchè il contraente e il proprietario dell’auto possono non coincidere. Il premio però sarà calcolato in base alla classe di merito cui appartiene il proprietario dell’automobile.

Proprietario e contraente in termini di intestatario di un’assicurazione auto possono quindi essere diversi ma in questo caso viene meno l’intento di risparmio secondo cui si vuole intestare l’assicurazione al genitore anziano poichè la compagnia assicurativa terrà esclusivamente conto della classe di bonus/malus assegnata al proprietario del veicolo.

Quanto si risparmia

Abbiamo detto che è possibile intestare l’assicurazione al proprio genitore anche anziano ma che il risparmio viene meno in caso di nucleo in cui non si convive. Poniamo il caso invece di essere in casa con i genitori: in questi caso quanto si risparmia con questa manovra assicurativa? Tutti cercano in qualche modo di risparmiare sull’assicurazione auto, un esborso economico sempre consistente che grava sul totale delle spese di una famiglia. Ebbene anche con questo trucco di intestazione dell’assicurazione al genitore la convenienza subentra solo se egli rinuncia alla sua classe di merito e non guida più.

Brutte notizie anche per i neopatentati, i diciottenni che certamente convivono con i genitori. Le compagnie assicurative, quando devono fare un contratto a un giovane guidatore inesperto, prendono esclusivamente in esame i suoi dati e non si fanno carico della poca esperienza del ragazzo alla guida. A questo punto la situazione si capovolge completamente, creando il rischio di maggiore esborso anzichè di tanto desiderato risparmio.  La non esperienza alla guida all’automobile di un figlio, in caso di sinistro per le assicurazioni graverà sulla classe di merito del genitore.

Related posts

Monete australiane: ecco come potresti guadagnarci

Beatrice Verga

Quanto valgono le vecchie 10 Lire? Ecco l’incredibile verità

Alessia Ferranti

Home Banking: ecco tutto quello che non sapevi

Alessia Ferranti