FoyhoTech.it
Tecnologia

Automazione e consegne a domicilio: come cambierà il settore nei prossimi anni

L’automazione sarà parte integrante della nostra società nel corso dei prossimi anni: le potenzialità sono davvero tantissimi e sono sotto gli occhi di tutti, al punto tale che pure il settore degli eCommerce verrà rivoluzionato.

In modo particolare, le consegne di spesa e cibo che vengono ordinati tramite il web cambieranno letteralmente faccia. Anche perchè il problema principale del settore, attualmente, non è tanto quello dell’approvvigionamento, quanto piuttosto il sistema che si occupa della distribuzione presso il consumatore finale. Le spese virtuali stanno mettendo a dura prova la rete logistica anche dei marchi più importanti e allora ecco che la tecnologia può rappresentare davvero una soluzione importante in tal senso.

I piatti d’asporto più consegnati a domicilio

Insomma, i droni si prenderanno la scena e ci penseranno loro a consegnare quelli che sono considerati, secondo una recente ricerca di Betway pubblicata su l’insider, i piatti d’asporto più ordinati in tutto il mondo. Non è un mistero che il boom di acquisti e richieste siano coinciso con il periodo di lockdown legato al Coronavirus, ma lo scenario che si apre nei prossimi anni per questo settore è veramente interessante.

Non serve essere un appassionato di scommesse per comprendere quale sia il piatto principe nelle ricerche di cibo d’asporto sul web. Ovvero tutte quelle ricerche in cui sono presenti le parole chiave “takeaway” “asporto” “cibo d’asporto” e “consegna” nel corso dei tre mesi che vanno da marzo a maggio 2020. Sì, esattamente come avevate pensato: a dominare la classifica è la pizza, che è il piatto più ricercato in ben 55 degli 81 Paesi oggetto dell’indagine. Poi la cucina cinese, che va alla grande in Stati come Usa, Canada, Irlanda e Regno Unito e il sushi, il cui picco di ordini arriva dalla Danimarca. Tra le catene di fast food che sono state più ricercate, McDonald’s ovviamente è al primo posto, seguita da KFC e Pizza Hut.

Consegnata automatizzata: spopolano le nuove tecnologie

Ed ecco perchè l’automazione sta per sbarcare alla grande nel settore del food delivery: tra robot che hanno le gambe, droni, robot ruote, vetture autonome e droni, chi più ne ha, più ne metta. La tecnologia che sembra promettere meglio per l’intero settore è quella che prevede l’uso dei veicoli autonomi associati ai droni. Una soluzione che, stando alle previsioni fatte dalla Lux Research, potrebbe arrivare a toccare un picco di consegne pari a ben 20 miliardi di pacchi ogni anno entro il 2030.

Al giorno d’oggi, proseguono a gonfie vele le sperimentazioni dei droni negli Stati Uniti: una mossa che accomuna dei veri e propri colossi come Amazon, Flirtey e Wing, tra gli altri. Per il momento, i droni riescono a volare solamente per raggi di consegna molto limitati, ma con il passare del tempo sono in grado di raggiungere un livello di autonomia decisamente superiore, soprattutto in abbinamento ad un veicolo autonomo che si muove.

E’ chiaro che l’uso di robot su ruote diventa una soluzione decisamente meno complicata da realizzare, nonostante c’è sempre da rispettare il limite d’uso in aree con un basso tasso di congestionamento. Giusto per fare un esempio, la startup Starship Technologies ha creato una vera e propria flotta di una trentina di robot presso la Purdue University, in maniera tale da automatizzare completamente la consegna di cibo a domicilio. E i dati, tra l’altro, sono decisamente interessanti, dato che tali robot a guida autonoma hanno portato a termine la bellezza di più di 100 mila consegne di cibo in 24 mesi, ma le previsioni parlano addirittura di 1,5 miliardi di consegne ogni anno entro il 2030.

Related posts

Borsa Italiana oggi: previsioni del 3 Giugno

Alessia Ferranti

FIFA 21: versione PC un passo dietro la next-gen. Giocatori infuriati

Alberto Sanci

Costi extra a credito esaurito: AGCOM multa Tim, Vodafone e Wind Tre

Alberto Sanci