FoyhoTech.it
Tecnologia

Mixer chiuso, community verso Facebook Gaming. Futuro incerto per Ninja e Shroud

Mixer si avvia alla chiusura. Microsoft ha annunciato che la propria piattaforma di gaming streaming chiuderà i battenti il prossimo 22 luglio. E non è l’unica novità: nell’annuncio si legge che la comunità di utenti verrà reindirizzata, a partire da quella data, in Facebook Gaming. Microsoft ha quindi stretto un accordo per far confluire la propria comunità all’interno di quella di proprietà di Marc Zuckerberg. Un clamoroso passo indietro di Microsoft che soltanto nel 2016 aveva acquistato Mixer per entrare in concorrenza con Twitch, piattaforma simile di proprietà di Amazon.

Le cose evidentemente non sono andate come si sperava in casa Microsoft: Mixer è rimasta molto indietro rispetto al traffico generato da Twitch nonostante i pesanti investimenti per attirare figure di primissimo piano nel mondo del gaming in streaming come Ninja, giocatore di Fortnite osannato dal pubblico del videogioco di Epic Games, e altri streamer di indubbio successo come Cory “King Gothalion” Michael e Michael “Shroud” Grzesiek. Per tutti questi volti noti il futuro al momento è incerto: non è chiaro se anche loro confluiranno in Facebook Gaming, già per altro rifiutato da alcuni di essi nel recente passato, o magari torneranno a Twitch.

La scelta di Microsoft, benché vengano smentiti interessi commerciali, ha prospettive sulla diffusione di xCloud. Il servizio di cloud gaming legato ad Xbox, infatti, sta per terminare la fase di beta, estesa di recente a tutta Europa. In previsione del lancio di Xbox Series X, e della diffusione di xCloud come potenziale piattaforma di gioco per 2 miliardi di utenti, Microsoft necessitava chiaramente di una piattaforma che le consentisse di arrivare più rapidamente a tale numero di giocatori.

Lo conferma in queste dichiarazioni Phil Spencer, capo progetto di Xbox: “Siamo partiti davvero molto indietro in termini di utenti attivi mensilmente su Mixer, rispetto agli altri grandi competitor. Credo che la community di Mixer beneficerà del vasto pubblico di Facebook e della facilità di raggiungimento del pubblico offerta dalla piattaforma social. Non è stata una questione di ritorno economico,  si è trattato di stringere una partnership che rappresentasse il meglio per streamer e spettatori. Crediamo questa lo sia e che sia un gran posto dove lanciare ulteriori contenuti di xCloud e dare la possibilità ai giocatori di giocare da lì. Quando pensiamo a xCloud e all’opportunità di fornire gameplay a 2 miliardi di giocatori, sappiamo che è estremamente importante che il nostro servizio trovi un vasto pubblico e Facebook ci dà chiaramente questa opportunità”

Related posts

Coronavirus, serie tv gratis anche su AppleTv+. Ecco come vederle

Alberto Sanci

App del giorno: Spotify regala 3 mesi di abbonamento premium. Ecco come averli

Alberto Sanci

Morta nel sonno a 24 anni Remilia, prima pro-player di League of Legends

Alberto Sanci