FoyhoTech.it
Tecnologia

App del giorno: Google Authenticator si aggiorna, arriva il trasferimento tra dispositivi

L’app del giorno di Foyhotech è Google Authenticator. Questa applicazione Google serve a generare codici di sicurezza per la verifica a doppio fattore per diverse applicazioni. La verifica in due passaggi aumenta la sicurezza del tuo account Google: richiedere un secondo passaggio di verifica con l’inserimento di un codice che Authenticator invia sullo smartphone associato. Google ha rilasciato un nuovo aggiornamento, la versione 5.1, dopo qualche anno che non presentava grosse novità. Oltre a un aggiustamento dell’interfaccia, questa versione di Authenticator propone delle sostanziali novità che rilanciano l’app e il suo utilizzo.

Tra le principali funzioni, Google Authenticator genera codici di verifica anche senza connessione dati, può essere usata con più provider e account, ha il supporto per Android Wear. In più la versione aggiornata ha la dark mode disponibile e la configurazione automatica tramite codice QR, per il quale è necessario autorizzare l’utilizzo della fotocamera. Tra le novità annunciate, invece, c’è la possibilità di un import/export facilitato degli account. Infine, la versione 5,1 aggiunge il supporto sperimentale per token di sicurezza (FIDO U2F) in Chrome, e le preferenze relative alle applicazioni di Authenticator saranno attivate per il backup e il ripristino.

L’app è stata aggiornata il  30 aprile 2020, è grande 5.9 MB, necessari per l’installazione che già più di 50 milioni di utenti hanno effettuato. Per installarla è necessario Android 2.3.3 o versioni successive. Al momento l’aggiornamento è stato rilasciato solo per gli utenti Android, ma dovrebbe arrivare anche per chi utilizza l’applicazione su iOS. L’ultima versione di Google Authenticator (5.10) è attualmente in fase di distribuzione via Google Play, mentre chi non l’avesse ancora ricevuta può scaricarla attraverso il portale APK Mirror.

Related posts

Disney+ elimina la prova gratuita in Italia: ecco perché

Alberto Sanci

Smartphone, crollano le vendite: -39% in un anno. Xiaomi supera Huawei

Alberto Sanci

Documenti d’identità sullo Smartphone: Qualcomm e Google presentano la novità

Alberto Sanci