FoyhoTech.it
Salute e Benessere

Quale frutta mangiare per dimagrire e quale no: ecco l’elenco

Quando si avvicina l’estate tutti siamo decisi a perdere peso per ben figurare quando sarà il momento di andare al mare e quindi siamo pronti anche a fare una dieta forzata pur di togliere i grassi accumulati nei mesi invernali. Tra gli alimenti più mangiati in questo periodo al primo posto c’è la frutta, ma quale frutta mangiare per dimagrire e quale no, è importantissimo saperlo e per questo vi elencheremo quali preferire e quali frutti no.

Prima di tutto bisogna stare attenti alla quantità di zuccheri che la frutta contiene e scegliere logicamente quella che ne ha di meno e anche quella con meno calorie. La frutta secca ad esempio, pur essendo molto salutare è non è tra le più indicate per perdere peso, così come il cocco che contiene molte calorie.

Come mangiare la frutta per perdere peso

La frutta è un alimento ricco di sostanze antiossidanti ma anche sali minerali, vitamine, ferro, calcio, carboidrati, tutte queste sostanze apportano migliori benefici se consumate a colazione, quando il nostro corpo ha più bisogno di energia, al contrario se mangiamo frutta la sera sarà poi difficile a digerire tutto il loro apporto calorico e lo zucchero della frutta si trasforma in grasso che si deposita al nostro interno.

Molti nutrizionisti consigliano di mangiare la frutta prima dei pasti. Questo perché la frutta fornisce un senso di sazietà che impedisce di mangiare tanto. In questo modo si limita l’assunzione degli alimenti e si perde peso.

La classifica della frutta per calorie

Al primo posto c’è il fico che ogni cento grammi di fritta apporta 107 kcal. A seguire in questa classifica troviamo la maracuja con 97 kcal e poi banana (88), zenzero (80), melagrana (74), uva (70), litchi (66), mango (62), pera e ananas (55), melone (54), mela (52), kiwi (51), mandarino, ciliegie e pompelmo (50), prugna (47), mirtilli rossi (46), arancia rossa (45), more e albicocca (43), pesca (41), mela cotogna (38), lamponi (36), limone (35), fragole (32), anguria (30), rabarbaro (21). Il limone accelera il metabolismo e contiene pectina che riduce il senso di fame.

Frutta acerba o matura per perdere peso? Ecco quale scegliere

I nutrizionisti consigliano di mangiare la frutta ne troppo acerba ne tantomeno troppo matura per perdere peso, questo perchè la frutta quando è acerba contiene più clorofilla e meno fruttosio. Per questo l’apporto di zucchero nel sangue è minore. Ha il problema che è difficile digerirla e a volte può causare anche una leggera infiammazione. La frutta invece quando è troppo matura è sicuramente più piacevole da mangiare e da digerire, ma apporta più calorie perchè più ricca di zuccheri.

Attenzione, invece, alla frutta lavorata e anche ai succhi di frutta perché contengono solitamente troppo zucchero.

Related posts

Mangiare solo pomodori a pranzo: cosa succede al nostro corpo?

Patrizio Annunziata

Osteoporosi e Irisina sul mercato entro il 2025

Rita Incoronato

L’alloro fa abbassare la pressione: verità o falso mito? Ecco la risposta

Patrizio Annunziata