FoyhoTech.it
Salute e Benessere

L’acqua di cicoria riduce il diabete? La risposta della medicina

La cicoria è una verdura dall’indice glicemico molto basso ed è capace di riportare l’equilibrio degli zuccheri nel nostro organismo, grazie ad una quantità di amidi molto basse, rispetto alle altre verdure. Questa verdura è conosciuta fin dall’antichità e veniva usata per trattare le malattie legate al fegato. Alla domanda l’acqua di cicoria riduce il diabete, la medicina risponde con sì deciso, perchè la cicoria è una delle verdure che viene inserita nella dieta dei diabetici. Inoltre contiene inulina, una forma di fibra alimentare che secondo recenti studi è in grado di ridurre i livelli di colesterolo cattivo LDL nell’organismo. Questo tipo di colesterolo è una delle principali cause dell’aterosclerosi e della pressione alta.

Come si prepara l’acqua di cicoria

In questo paragrafo vi spieghiamo come si prepara l’acqua di cicoria, che tra l’altro è un procedimento anche abbastanza semplice.

Acquistare le foglie secche di cicoria in erboristeria. Metterle a bollire nell’acqua calda. Bastano 1-2 foglie di cicoria per ogni tazza di infuso. Dopo la macerazione, che non deve superare i 10 minuti, si filtra e si sceglie se bere la tisana di cicoria calda, tiepida o fredda. In questo caso, è anche possibile preparare al mattino il quantitativo per tutta la giornata, per comodità e perchè non si rovina. L’assunzione deve essere costante, non basta una sola tazza, il quantitativo minimo è di 2 tazze al giorno, quello consigliato di tre. Il tempo di ‘cura disintossicante’ è di 8-10 giorni, trascorsi i quali si può passare ad un consumo periodico di mantenimento. Una variante è di far bollire per cinque minuti 35 grammi di radice in un litro d’acqua. Lasciare riposare per 15 minuti. Filtrare e berne una tazza prima dei pasti.

I benefici dell’acqua di cicoria

L’acqua di cicoria, così come la verdura stessa, apporta diversi benefici al nostro organismo. Ingerendola depura il fegato, le vie biliari e tutto l’organismo. E’ ottima anche per favorire la motilità intestinale e aiuta la digestione.

L’acido cicorico, contenuto dalla cicoria, è una sostanza che favorisce la secrezione della bile e la diuresi, con effetti positivi su ritenzione idrica e cellulite.

La pianta di cicoria è ricca anche di sali minerali come potassio, calcio e ferro, ma è un’ottima fonte anche di vitamine, infatti contiene Vitamina B, C, K e P. Queste vitamine sono contenute soprattutto nelle foglie e nelle radici della pianta e sono importantissime per combattere malattie come anoressia, astenia, anemia e artrite.

L’acqua di cicoria stimola l’appetito, funge da forte lassativo e si utilizza spesso per trattare il colon irritabile, la flatulenza e la cattiva digestione.

Controindicazioni della cicoria

Nonostante i tantissimi benefici, anche la cicoria ha delle controindicazioni e bisogna fare molta attenzione, infatti è sconsigliato l’uso in gravidanza perché ha un’azione utero-stimolante. E’ controindicata in caso di gastrite o di ulcera peptica: la generosa presenza di inulina la rende sconsigliata in caso di fermentazioni intestinali abbondanti. Per qualsiasi dubbio che riguardi la vostra salute e i rimedi naturali, vi ricordiamo di consultare sempre il vostro medico.

Related posts

Attenzione a mangiare frutta la sera: ecco cosa accade

Patrizio Annunziata

Acceleratore di particelle: ecco il più piccolo al mondo

Patrizio Annunziata

Mangiare fagioli poco cotti: attenzione a cosa può accadere!

Patrizio Annunziata