FoyhoTech.it
Salute e Benessere

Il latte va bevuto freddo o caldo? La risposta che spiazza

Fonte: Pixabay - congerdesign

Il latte è la fonte principale della nostra colazione, ma non solo, perchè bere un bicchiere o una tazza di latte anche di sera ci fa stare bene. La domanda che spesso ci si pone è la seguente: il latte va bevuto freddo o caldo? Partiamo dal presupposto che è soprattutto una questione di gusto e di abitudini, che spesso cambiano anche a seconda della temperatura che ci circonda, infatti bere il latte caldo in inverno ci riscalda, mentre bevuto allo stesso modo in estate è un pochino più difficile.

Detto questo bisogna comunque tener presente che ogni alimento che subisce una forzatura termica perde alcune sostanze nutrienti, che nel caso del latte sono le vitamine ed gli antiossidanti naturali.

E’ fondamentale far bollire il latte quando questo arriva direttamente dalla mungitura, ma ai tempi d’oggi è sempre più difficile che ciò accada. Chi ha problemi con il lattosio non tollera il latte nè caldo nè freddo. Non bere latte ghiacciato.

E’ vero che il latte caldo aiuta a dormire?

Assolutamente no! Il latte caldo bevuto prima di andare a dormire non porta nessun giovamento con al sonno. Secondo gli studiosi quello che accade (e cioè la sensazione di sonnolenza), è dovuto ad un fattore psichico, che ci riporta inconsciamente all’età  infantile quando bevevamo il latte caldo prima di addormentarci. Ecco perchè bere latte nelle ore serali non favorisce direttamente il miglioramento della qualità del sonno. E’ falso ritenere che il latte caldo non impegna eccessivamente la digestione. Il latte vaccino, pur essendo un alimento liquido, non si distingue di certo per la digeribilità. Tanti prendono il latte caldo la sera per conciliare il sonno. E’ sconsigliato ai soggetti gastro-sensibili e con disturbi del tratto digerente superiore.

Il latte caldo è lassativo?

Anche in questo caso la risposta è no! Pensare che bere latte caldo aiuti a superare la stitichezza è un grosso errore, anzi, secondo alcuni studi effettuati in Finlandia si è scoperto che il latte intero di vaccino può addirittura aumentare la stitichezza. L’83% dei bambini che soffrivano di stitichezza cronica hanno visto risolversi il loro problema durante la dieta di eliminazione del latte e il 34% ha avuto una ricaduta quando l’alimento è stato reintrodotto. Stesso discorso vale per panna, burro e formaggi grassi.

Alcuni benefici del latte

Il latte non aiuterà a dormire meglio, non combatterà nemmeno la stitichezza, ma è un alimento che apporta comunque tantissimi benefici al nostro organismo.

Uno di questi è quello di essere poco calorico e ricco di nutrienti. Il calcio del latte è molto più disponibile di quello di altri alimenti e dell’acqua e ben assimilato grazie al fosforo presente.

Bevuto caldo con l’aggiunta di miele, il latte combatte in modo molto efficace la tosse. Se contiene fermenti lattici, può ricostituire la flora batterica intestinale danneggiata, come dopo una terapia antibiotica.

Il latte è anche un ottimo rimedio contro la sbornia, infatti bere un bicchiere di latte freddo quando si è sotto l’effetto di alcolici aiuta a liberare il corpo dall’alcol attraverso il vomito e subito dopo ci si sentirà meglio.

Secondo alcuni studi inoltre, bere un bicchiere di latte al giorno aumenta la capacità dell’organismo di bruciare i grassi in eccesso e aiuta a mantenere il peso forma.

Related posts

Il prezzemolo è tossico: verità  o falso mito? Ecco la verità 

Patrizio Annunziata

Cosa succede a chi beve latte ed aglio? Incredibile, ecco la risposta

admin

Mangiare mandorle verdi fa bene? Ecco la risposta

Patrizio Annunziata