FoyhoTech.it
Salute e Benessere

Il tacchino cotto fa bene o male? L’incredibile risposta

Il tacchino può essere facilmente intaccata dalla salmonellosi, ma molti si chiedono se il tacchino cotto fa bene o male. Logicamente proprio perchè si potrebbe correre il rischio di ammalarsi di salmonella è importantissimo mangiare il tacchino solo ben cotto. Secondo alcuni studi il tacchino cotto diminuirebbe il rischio di contrarre malattie cardiovascolari e di sviluppare anche alcune forme di tumore. Il tacchino, infatti, contiene delle proteine nobili, di alta qualità, che l’organismo non riesce a sintetizzare autonomamente. La carne di tacchino, infatti, è con un basso contenuto di grassi. Ecco perché occorre fare molta attenzione al metodo ed ai tempi di cottura di questa carne.

I benefici di mangiare tacchino

Il tacchino contiene più proteine del pollo e del manzo, mentre è povero di grassi saturi. Nella sua carne sono presenti amminoacidi che aiutano la crescita dei muscoli e lo sviluppo del fisico in genere.

Il tacchino contiene anche ferro, potassio, selenio, vitamine del gruppo B, zinco e fosforo. Tutto questo è importante per il normale sviluppo delle ossa e dei denti. Il tacchino è anche una carne facile da digerire. Ecco perché è un alimento ideale per gli sportivi ma anche per i bambini, gli anziani e le persone con problemi digestivi.

La carne cruda del tacchino va lavata?

Assolutamente no! La carne cruda del tacchino non va lavata perchè potrebbe essere potenzialmente contaminata dal pericoloso batterio Campylobacter e quindi lavandola si potrebbero contaminare anche utensili, piani di lavoro e alimenti pronti al consumo presenti in cucina attraverso schizzi di acqua.

La malattia dovuta a questo batterio si chiama campilobatteriosi ed i sintomi con il quale si manifesta sono febbre, dolori addominali, diarrea, nausea e meno frequentemente vomito. La diarrea dura almeno un giorno e quando si protrae per più giorni può riportare anche la presenza di muco e sangue.

La carne di tacchino è antitumorale?

I minerali presenti nel tacchino possono aiutare a prevenire il cancro, questo almeno quanto dichiarato da alcuni studi effettuati. Il tacchino contiene selenio, che è essenziale per una sana funzione della tiroide e del sistema immunitario. Il selenio ha un ruolo essenziale antiossidante da svolgere nel sistema di difesa, aiutando ad eliminare i radicali liberi che favoriscono il cancro.

Nella scelta di questa carne occorre preferire il tacchino nutrito con erba e allevato a terra perché contiene maggiori benefici per la salute e offrono una maggiore nutrizione.

Related posts

Il latte di mandorla fa ingrassare? Ecco la verità che non ti aspetti

Patrizio Annunziata

Carenza di Vitamina D: ecco 5 sintomi da non trascurare

Patrizio Annunziata

E’ vero che la tisana di finocchio sgonfia la pancia? Ecco la risposta!

admin