FoyhoTech.it
Tecnologia

Football Manager 2020 gratis per una settimana su Steam: ecco come averlo

Il videogioco manageriale di calcio più desiderato d’Europa è in download gratuito su Steam per una settimana. Football Manager 2020 sarà giocabile per 7 giorni gratuitamente per tutti coloro che hanno un account Steam.

Un’occasione imperdibile per tutti gli appassionati del gioco che non hanno ancora acquistato l’edizione 2020 e per tutti quelli che vogliono sperimentarsi nel ruolo di un tipico “manager”. L’allenatore all’inglese che, oltre a gestire allenamenti e prestazioni della prima squadra, si occupa di calciomercato e gestione societaria quasi a 360°. La simulazione di Sports Interactive è di sicuro la più dettagliata nel mondo dei videogiochi calcistici per quanto riguarda l’aspetto manageriale.

Per giocare gratuitamente basta connettersi a Steam ed avviare il download del gioco – serve essere registrati al portale di gaming, quindi se non avete già un account occorre espletare anche questa formalità preliminare. Il gioco è disponibile da ieri, 18 Marzo, fino al 25 Marzo gratuitamente e in versione completa. Ciò significa che potrete scegliere qualsiasi squadra senza limitazioni per cominciare la vostra avventura in panchina. Una volta terminato il periodo di prova, si avrà la libertà di scegliere se acquistare il gioco oppure declinare l’offerta di acquisto.

Questi i requisiti minimi per far girare Football Manager sui vostri PC.

Sistema operativo: Windows 7 (SP1), 8/8.1, 10 (Update 1803/April 2018 o successivo) – 64-bit
Processore: Intel Pentium 4 (64-bit), Intel Core 2 o AMD Athlon 64 – 2.2 GHz +
Memoria: 2 GB di RAM
Scheda video: Intel GMA X4500, NVIDIA GeForce 9600M GT or AMD/ATI Mobility Radeon HD 3650 – 256MB VRAM
DirectX: Versione 11
Memoria: 7 GB di spazio disponibile

Related posts

I Blu-ray UltraHD non si vendono più: è la fine del supporto?

Alberto Sanci

Telegram, è arrivata la nuova versione 6.0: ecco tutte le novità

Alberto Sanci

Amazon Music raddoppia gli utenti in 6 mesi: boom di iscrizioni

Alberto Sanci