FoyhoTech.it
Tecnologia

Google Maps ora ha anche i limiti di velocità: ecco come usarli

L’ultimo aggiornamento di Google Maps ha portato anche in Italia l’introduzione nell’applicazione dei limiti di velocità. Una nuova caratteristica che sposta nuovamente l’asse del software verso la navigazione satellitare e l’utilizzo in auto. Dopo l’annuncio di diverse settimane fa in cui i vertici di Big Mountain avevano comunicato di voler puntare su sviluppi legati all’uso turistico. Come le prenotazioni dei locali e le recensioni dei luoghi visitati.

La funzionalità, combinata con la segnalazione degli autovelox, viene considerata una vera e propria “salva patente”. Serve ovviamente rimanere concentrati al massimo sulla guida. Ma per tutti gli automobilisti sprovvisti di navigatore, o di segnalatore automatico di superamento dei limiti, si annunciano tempi più tranquilli.

L’introduzione dei limiti di velocità su Google Maps è costituita dalla presenza, in basso a sinistra nello schermo di navigazione, di un nuovo “bottoncino” bianco. All’interno, la velocità massima sulla strada di percorrenza in un segnale stradale dal fondo bianco cerchiato di rosso, in linea con le disposizioni internazionali per questi segnali. Inoltre, accanto, Google Maps rileverà anche la vostra velocità per capire quanto “margine” il guidatore ha ancora sul ritmo di guida tenuto in quel momento.

Al momento la novità è disponibile per Android. Non si tratta di una novità assoluta perché era già disponibile in altri paesi, ma rappresenta invece una nuova funzione per l’Italia, dove non era presente fino a pochi giorni fa. L’aggiornamento è stato creato lato server. Ma se non visualizzate ancora la funzione all’interno dell’applicazione – e desiderate riceverla – può essere il caso di verificare lo stato degli aggiornamenti sul Play Store dal vostro smartphone.

 

Related posts

Monopattino elettrico Xiaomi in arrivo in Italia: le caratteristiche del Mi Scooter 1S

Alberto Sanci

League of Legends: arriva la collezione Luis Vuitton ispirata al gioco

Alberto Sanci

Luna Piena “super” il prossimo 9 marzo: ecco perché sarà così luminosa

Alberto Sanci