FoyhoTech.it
Salute e Benessere

Mangiare mandarini ogni giorno fa bene? Ecco la verità

I mandarini sono frutti tipici delle stagioni autunnali ed invernali e il loro gusto intenso ma allo stesso tempo piacevole li rende tra i frutti più mangiati in Italia. Questi frutti sono anche degli antinfiammatori e antiossidanti e per questo sono ottimi per la salute. Ma mangiare mandarini ogni giorno fa bene? Risponderemo a questa domanda nei prossimi paragrafi.

I benefici dei mandarini

I mandarini sono ricchi di proprietà nutrizionali e benefiche per il nostro organismo, tra queste c’è un alto contenuto di Vitamina C, che sostiene il sistema immunitario ed aiuta a stimolare la produzione di collagene.

Oltre alla Vitamina C nei mandarini sono presenti anche fonti di potassio, vitamina B1 e B6, tutte sostanze essenziali per il benessere dell’organismo.

L’elevata presenza di flavonoidi aiutano a diminuire lo stress ossidativo e questo conferisce ai mandarini proprietà neuroprotettrici. Inoltre i flavonoidi sono in grado di abbassare i livelli di colesterolo e dei trigliceridi, mentre grazie alla naringenina diventano degli ottimi antinfiammatori.

I mandarini sono utili anche per la perdita di peso grazie al contenuto di polifenoli, che aiutano ad avere un metabolismo corretto.

Mangiare mandarini tutti i giorni fa bene?

I mandarini sono frutti che non hanno particolari controindicazioni ed essendo anche ricchi proprietà benefiche possono tranquillamente essere mangiati tutti i giorni e l’organismo ne trarrà beneficio, ma questo vale per le persone che godono di ottima salute, mentre in alcuni casi il consumo di mandarini deve essere molto più limitato.

Ad esempio chi soffre di diabete oppure coloro che sono sovrappeso farebbero meglio a consumarne in piccole quantità, perchè questi frutti sono ricchi di fruttosio e quindi possono alzare il livello glicemico e se mangiati in grosse quantità aumentano il peso.

Un’altra categoria di persone che non può assolutamente mangiare mandarini è quella che racchiude gli intolleranti al fruttosio, perchè in questo caso si verificherebbero gonfiore, cattiva digestione e tutti i sintomi tipici di chi soffre di un’intolleranza alimentare.

Quindi in linea di massima i mandarini possono essere mangiati tutti i giorni come già anticipato e nelle quantità che si desiderano, ma le persone che soffrono dei disturbi sopraelencati devono invece mostrare massima attenzione nel consumo di questi frutti, a loro è infatti consigliato (non agli intolleranti al fruttosio), di mangiare i mandarini in quantità minime, magari come spuntino lontano dai pasti sia a metà mattinata che a metà pomeriggio, così facendo possono lo stesso beneficiare delle proprietà dei frutti ma allo stesso tempo non andranno incontro a disturbi di altro genere.

Related posts

Mangi troppo sale? Ecco i sintomi che potresti accusare

Patrizio Annunziata

Cosa succede a chi beve vino con la febbre? Ecco la verità. Attenzione!

Patrizio Annunziata

Mangiare salumi di sera: non fatelo, ecco cosa succede

Patrizio Annunziata

Leave a Comment