FoyhoTech.it
Tecnologia

Anche NVIDIA ha il suo game streaming: GeForce Now disponibile per tutti

NVIDIA ha annunciato da poche ore l’apertura al pubblico di GeForce Now, il proprio servizio di game streaming. GeForce Now è stato in beta testing per diverso tempo. Ma da oggi è disponibile per tutti coloro che volessero utilizzarlo.

NVIDIA game streaming: le caratteristiche di GeForce Now

GeForce Now sarà utilizzabile da PC Windows, macOS, Android TV e smartphon e tabler sempre Android. Nel corso dell’anno la compatibilità sarà estesa ai Chromebook, i computer che utilizzano il sistema operativo Chrome OS. Il funzionamento è abbastanza semplice: basta installare GeForce Now sul proprio dispositivo. Poi serve collegare i negozi digitali all’interno di GeForce Now con il servizio dove abbiamo acquistato i nostri giochi. Una volta stabilita questa connessione, sarà possibile giocare ai propri giochi in streaming, senza necessità di installarli, né di patcharli, sfruttando i server NVIDIA sparsi per il mondo. In Europa ci sono 6 data center al momento funzionanti: ad Amsterdam, Francoforte, Mosca, Londra, Parigi e Stoccolma. Ovviamente i giochi andranno acquistati nei rispettivi negozi (da servizi come Steam o Battle.net) ma NVIDIA Geforce Now consente anche di giocare a 30 titoli gratuiti per provare il servizio. Attualmente sono già tantissimi (c’è chi dice 300, chi sostiene già 1000) i titoli compatibili con il servizio, ma il numero è chiaramente destinato a salire.

GeForce Now: account e prezzi

GeForce Now avrà degli account Free e degli Account Premium. L’account Free, come dice la parola, è gratuito, ma ha delle limitazioni. Una volta acquistato il gioco, GeForce Now consentirà sessioni al massimo di un’ora ciascuna. E gli utenti potrebbero essere messi in coda d’accesso. Le sessioni, invece, non sono limitate.
Gli account Premium pagheranno 5.49€ al mese, a partire dal quarto mese (NVIDIA offre tre mesi di prova gratuita). Questi utenti avranno accesso prioritario, sessioni di gioco della durata massima di 6 ore, e la tecnologia Ray Tracing Avanzata attivata. Sopratutto quest’ultima caratteristica potrebbe far fare a GeForce Now il salto di qualità: il Ray Tracing “di serie” è una delle novità annunciate per le console next-gen (PS5 e Xbox Series X) e mette potenzialmente il game streaming di NVIDIA al pari dei colossi del gaming.
Nessuna pubblicità, invece, sulla risoluzione. E questo fa pensare che potrebbe essere non ottimale.
Molti utenti sono pronti a scommettere che NVIDA GeForce Now potrebbe, per prezzo e caratteristiche, soppiantare rapidamente Google Stadia.

Related posts

The Last of Us 2 non uscirà su PC: la smentita di Naughty Dog

Alberto Sanci

Nintendo conferma la violazione di 160.000 account Switch

Alberto Sanci

Volantino MediaWorld Red Price: offerte di San Valentino fino al 23 febbraio

Alberto Sanci