FoyhoTech.it
Salute e Benessere

Cosa succede se metti troppo zucchero nella tisana? Ecco la verità

La tisana è diventato uno degli alimenti più bevuti al mondo, infatti secondo alcune stime si consumano circa 400 miliardi tazze l’anno in tutto il mondo. Questo alimento che proviene dalle piante oltre ad essere piacevole e rilassante apporta notevoli benefici all’organismo.

Le tisane sono per lo più composte da acqua e quindi sono utili per reidratarsi, soprattutto quando durante la giornata non si beve quanto si dovrebbe. Non contengono assolutamente caffeina quindi possono essere bevute a tutte le ore del giorno, anche se consumarle a ridosso delle ore notturne favorisce un sonno rilassato.

Per godere dei tanti benefici delle piante il modo più semplice è proprio quello di bere tisane.

Come si prepara una tisana

La preparazione della tisana è semplicissima per chiunque, basta usare acqua del rubinetto se non troppo ricca di calcare o acqua minerale povera di minerali e con un pH neutro. La regola per una tisana salutare è quella di prepararla con un materiale di legno, perchè alcune piante a contatto con il metallo si ossidano perdendo tutte le loro proprietà benefiche.

Acquistare le tisane in erboristeria è meglio: ecco perchè

Oggi è possibile acquistare le tisane ovunque quindi anche nei supermercati, ma quelle vendute in erboristeria sono di gran lunga migliori come qualità, perchè preparate con sole piante e quindi sono più efficaci sulla salute.

Se metti troppo zucchero nelle tisane: ecco cosa ti succede

Bere tisane nella speranza di depurarsi e trarre i benefici di cui questa bevanda è ricca diventa inutile se ad essa viene aggiunto troppo zucchero. E’ vero che il sapore delle tisane è aspro ma l’aggiunta di zucchero elimina i benefici che esse apportano, quindi se proprio non si riesce a berle amare si possono dolcificare con un cucchiaio di miele o uno di sciroppo di agave, entrambi essendo dolcificanti naturali sono ottimi per le tisane.

Il consiglio è comunque quello di bere tisane completamente amare, perchè in questo modo si possono sfruttare al meglio le proprietà benefiche che contengono, quindi si può arrivare a questo diminuendo man mano l’uso dei dolcificanti.

Aggiungere alle tisane oli essenziali per aumentarne i benefici

Si possono aumentare i benefici delle tisane se ad esse vengono aggiunti degli oli essenziali. C’è quello di mandarino rosso che aiuta a favorire il sonno, oppure di origano compatto che invece è ottimo per combattere le infezioni alle vie respiratorie.

In più ci sono quello di ravintsara che aiuta a curare bronchite, influenza e sinusite, o anche quello di timo tujanolo ottimo come antivirale.

Related posts

Il cacao contiene caffeina? Ecco la verità

Patrizio Annunziata

Mangiare tonno in scatola fa bene? Attenzione, ecco cosa succede

Patrizio Annunziata

Mangiare kamut fa dimagrire: verità o falso mito?

Patrizio Annunziata