FoyhoTech.it
Tecnologia

Rapinatore seriale di GameStop condannato a dieci anni di carcere

Che GameStop resti un obiettivo sensibile, nonostante la crisi di incassi degli ultimi anni, è evidente. I punti vendita della grande catena di distribuzioni di videogiochi restano pieni di merce di valore e di un discreto numero di denaro contante, lì dove le persone non pagano già solo con carte di credito e applicazioni. Una serie di furti a mano armata commessi proprio in negozi statunitensi della catena di GameStop tra agosto e dicembre 2018 ha portato alla condanna di dieci anni di carcere per il suo autore.

L’uomo, Frederick Lopez Jr., ha agito nel sud della California e ha rubato, nell’arco di cinque mesi, denaro e merci per un valore di circa 132.000 dollari. I negozi erano situati principalmente a Los Angeles e nella contea di Orange. L’uomo, a volte accompagnato da complici non identificati, si introduceva nei negozi a orario di chiusura costringendo i commessi, sotto la minaccia di un’arma da fuoco, a riempire la borsa in suo possesso di console e videogiochi. In particolare in una di queste rapine, evidentemente priva di complici, ha costretto alcuni negozianti a trasportare la refurtiva fino al minivan all’esterno del negozio.

Rapine di questo tipo, ha sottolineato il procuratore, sono estremamente pericolose anche se il criminale non spara alcun colpo, perché causano nelle vittime stress e forti traumi, difficili da superare. L’uomo è quindi stato condannato a dieci anni di carcere, ma non solo. Dovrà infatti anche ripagare GameStop dei 132.000 dollari sottratti all’azienda.

Related posts

Dipendenza da smartphone? Google lancia 3 app per diminuirla

Alberto Sanci

Chrome 79 cancella dati di app Android: distribuzione interrotta

Alberto Sanci

Sky entra nel mercato degli operatori di telefonia fissa e internet dal 2020

Alberto Sanci