FoyhoTech.it
Salute e Benessere

Mangiare carne bianca fa male! Ecco cosa succede.

Nel campo dell’alimentazione le teorie sui valori nutrizionale e fattori salutistici appartenenti, viaggiano veramente alla velocità della luce e per chi vuole restare  sempre informato riguardo le caratteristiche della carne, siamo certi che queste ultime breakingnews a riguardo, possano essere veramente utili.

Differenza tra carni bianche e carni rosse.

Un piccolo e breve  preambolo è necessario, poiché la differenza tra loro non è data  solo dal colore bensì da caratteristiche anatomiche e sopra tutto biologiche  ben precise. Se pensiamo  alla carne del maiale, per esempio, pur essendo  la stessa di colore chiaro, scienziati e nutrizionisti la classificano all’interno delle  carni rosse, rispetto  alla carne di anatra che  pur essendo di taglio scuro, viene classificata tra le carni bianche. Questo perché le  carni rosse sono porzioni di fasce muscolari molto ricchi di fibre rosse presenti in quantità maggiore  rispetto alle carni  bianche , poiché irrorate massicciamente dalla  mioglobina, una molecola del muscolo che ha il compito di trasportare l’ossigeno ed il  ferro donando alla carne il tipico colore che va dal rosso al rosato. Ovviamente età, tipo di alimentazione, condizioni igenico sanitarie e lo stato di salute fisica e mentale di quando erano in vita, gioca un ruolo  fondamentale. Andiamo avanti.

Sempre secondo gli scienziati ed i  ricercatori, il consumo di carni bianche e l insorgere  di patologie cancerogene,  sta entrando nell’occhio del mirino del microscopio prepotentemente quanto possa causare il consumo di carni rosse,  anche se ufficialmente una statistica che associ le due tipologie ancora non è ufficiale ed attendibile, ma con l’uso sempre più massiccio e pesante degli ormoni utilizzati per “pompare” gli animali allevati a terra, l ipotesi che anche le carni bianche possano contribuire all’insorgenza di tumori non è da scartare, anche se la dinamica di sviluppo cambia rispetto agli effetti neoplasici delle carni rosse ove il legame invece è strettamente connesso. Porre attenzione quindi, quando si va ad acquistare carne e preferiamo sempre per chi può, piccoli allevatori o prodotti di filiera creati e distribuiti  all’interno della comunità europea poiché  per legge vieta  l’uso degli ormoni e questo vale indistintamente per tutti i tipi di carne.

Al riguardo vi sono organismi preposti alla classificazione. Ad esempio il World Cancer Research Fundation ( WCFR) riporta nella lista: manzo, vitello, maiale, montone, agnello, cavallo e capra, senza un distinguo preciso tra carne da allevamento e quella selvatica, questi i dati del 2018 nell’ultima guida su alimentazione, salute, nutrizione e cancro.

Gli esperti della I.A.R.C. Agenzia Internazionale della ricerca sul cancro, nel  Codice europeo contro il cancro  pongono invece  l attenzione verso tutti gli animali come probabili responsabili dell insorgere del cancro e ci ricordano che pollame, selvaggina e frattaglie non rientrano nella definizione di carne rossa.

Riepiloghiamo e facciamo un po di chiarezza. Se è certo che l insorgere del Cancro può essere una fonte principale data dal consumo di carni rosse, quella dell ipotesi che anche le carni cianche possano dare nel tempo gli stessi effetti, è in fase di studio ma non è da scartare. L’ American Journal of Clinical Nutrition, ipotizza l incertezza  data dal fatto che la carne bianca negli habitué, è solo un sostituto della carne rossa, mantenendo intatto il consumo a livello di  quantità, come anche chi ha fatto la scelta di sostituire le carni rosse con le bianche è arrivato addirittura a superarne il consumo.

Sempre nello stesso rapporto, si cita che il consumo di carni bianche è associato alla riduzione del rischio di tumore del colon-retto, mentre la riduzione del rischio di cancro per chi consuma le carni rosse è associato ad organi interni quali: polmone, fegato ed esofago se sostituita però da pollame.

Lo stomaco comunque rimane il “preferito” nelle insorgenze neoplasiche tanto che la rivista Nutrients in un articolo del 2019, ha tenuto a specificare che la carne bianca sviluppi una sorta di “protezione” dello stesso, abbattendone il rischio di insorgenza anche di fronte ad un alto consumo.

Antibiotici, ormoni e steroidi registrano un impatto preoccupante nel’ immaginario salutistico  degli Europei riguardo l uso degli stessi al’ interno del pollame, anche se il loro utilizzo grazie alla direttiva 81/602/EEC ne vieta l utilizzo ed un dato confortante è quello dato da un irregolarità riscontrata pari allo 0,9% sugli 8548 controlli effettuati.

 

Related posts

E’ vero che la tisana di finocchio sgonfia la pancia? Ecco la risposta!

admin

Mangiare cannella fa veramente bene? Ecco la verità!

Patrizio Annunziata

Bere l’amaro tutte le sere fa bene o male? Ecco la risposta

Patrizio Annunziata