FoyhoTech.it
Salute e Benessere

Celiachia,come conviverci ed essere sereni

Fu  Areto di Cappadocia, che nel 250 d.C. con il termine  koiliakos, si riferisce  a “coloro che soffrono negli intestini” e nel  1856  il termine passò dal greco all’inglese, coniando la parola  “celiaci” dal greco κοιλιακός koiliakòs, ovvero; addominale.

 

Di cosa si tratta?

E’ una patologia infiammatoria autoimmune a carico dell’intestino e si manifesta con un intolleranza grave al Glutine, ovvero la parte proteica dei cereali. Altre sue definizioni in medicina sono morbo celiaco, s celiaca, o enteropatia glutine-sensibile, dove per enteropatia ci si riferisce alla malattia dell’intestino.

E’ di natura permanente ma con una giusta informazione e scelta di cibi appropriati ci si può convivere perfettamente, tanto che l ultimo decennio ha visto il sorgere di ristoranti dedicati,forni specializzati e supermercati con prodotti più che soddisfacenti,per quantità e qualità.

Sintomi

Il sintomo più allarmante è la perdita di peso compulsiva accompagnata da frequenti scariche di diarrea, forti dolori addominali, nausea, vomito crampi muscolari, eczemi a danno della pelle, dolore alle articolazioni ed intorpidimento generali con scarsa energia mentale e fisica.

Diagnosticare la celiachia non è semplicissimo, poiché non esistono ad oggi marketer idonei, quindi si dovrà procedere ed andare per esclusione testando vari tipi di cibi, se i disturbi migliorano come conseguenza di un alimentazione priva di frumento, la diagnosi è esatta e come controprova, se inserendo nuovamente frumento in ogni sua forma, si ha una ricaduta allora la diagnosi si può dire perfettamente confermata.

Terapia

Adottare un alimentazione completamente priva di frumento, facendo attenzione anche alle contaminazioni alimentari, ovvero accertarsi bene che chi  va a confezionare  i nostri  cibi preposti, lavori in un ambiente adatto, tenendo separati i normali prodotti a base di frumento.

Related posts

Quale frutta mangiare per dimagrire e quale no: ecco l’elenco

Patrizio Annunziata

Fasci di protoni e aritmia ventricolare: primo intervento per la cura del Cuore a Padova.

Rita Incoronato

Mangiare cetrioli tutti i giorni fa bene o male? Ecco la risposta

Patrizio Annunziata