FoyhoTech.it
Salute e Benessere

CoronaVirus in Cina, continua il mistero in Oriente

L’OMS insieme ad un gruppo di scienziati cinesi, ha coniato con il  nome Corona Virus un nuovo batterio appartenente allo stesso ceppo che diede vita a malattie mortali quali la Sars (sindrome respiratoria acuta) e la Mers (sindrome respiratoria mediorientale)

Questo agente patogeno simile per forma ad una corona reale, di regale ha ben poco, sarebbe invece  il responsabile del dilagare di una nuova forma di polmonite abbattutasi in Cina a danno dei visitatori del mercato degli animali selvatici di Wuhan nella Cina centrale ma, è ancora tutto da scoprire.

Attraverso il prelievo di fluido polmonare, sangue e tamponi faringei su uno stesso paziente, sembrerebbe essersi rivelato come  una replica dei già ben noti focolai infettivi sfociati già precedentemente al Corona Virus. Ora, abbiamo due notizie: una buona ed una cattiva.  Di  NON buono  c’è che la “messa a punto” di farmaci, misure e  vaccini idonei e mirati potrebbe durare anni! Questa l opinione di Xu Jianguo,  a capo del team dei ricercatori.  La notizia buona è che la Polmonite di Wuhan per quanto sia responsabile di gravi malattie, non si deve temere il suo contagio da persona a persona, o almeno non sembra essere questo il principale rischio. Si rimane però in attesa di notizie certe, poiché in forma leggera e circoscritta  questi Corona Virus sarebbero responsabili solo di trasmettere un raffreddore, mentre ne caso della Sars e della Mers, il rischio è maggiore

Ricordiamo che  nel 2002 la Sars provocò nella Cina centrale ben  774 decessi e  nel 2012 la  Mers replicò in Arabia Saudita mietendo   851 vittime che non sopravvissero.

 

Sintomi

Febbre molto alta e lesioni a carico dei polmoni.  Si tenterà  di prevenire una futura ondata di epidemia adottando misure di disinfezione migliori e maggiori.

Related posts

A Parma un caso di meningite

Rita Incoronato

Chi mangia finocchio non muore mai: ecco cosa vuol dire

Patrizio Annunziata

Mangiare fagioli poco cotti: attenzione a cosa può accadere!

Patrizio Annunziata