FoyhoTech.it
Salute e Benessere

Influenza di Gennaio e il suo picco massimo. Sintomi e prevenzione

E’ con la riapertura delle scuole che si registrerà    il picco massimo dell influenza che vedrà  protagonisti i bambini di età  inferiore ai 5 anni e complicazioni anche a  danno di  anziani e categorie a rischio

Questa è l ipotesi di   Giovanni Maga, direttore del laboratorio di Virologia Molecolare presso l’Istituto di Genetica Molecolare del Consiglio nazionale delle ricerche di Pavia. 

Si ipotizza che la comparsa del Virus ed  il suo  picco massimo, sarà  comparato a quello dello scorso anno, quindi parliamo della fine di Gennaio ed inizi di Febbraio 2020

Il virus è per sua natura un tipo di agente infettivo imprevedibile, quindi gli unici dati certi sono i sintomi con cui riconoscere la sua insorgenza, per quanto riguarda l intensità  con cui si manifesta, è soggettiva in base al terreno più o meno fertile su cui attecchisce

I soggetti più a rischio sono coloro costretti ad una convivenza “forzata” ( scuole, uffici) dove il semplice parlare a distanza ravvicinata mette a rischio lo stato di salute

Il periodo di incubazione  va dai 3 ai 7 giorni negli adulti mentre nei bambini il periodo di incubazione è maggiore.

Sintomi dell’influenza di gennaio 2020

  • tosse, mal di gola e raffreddore con tanto muco e naso chiuso
  • mal di testa
  • febbre dai 38° in su
  • brividi e mal di ossa
  • dolori muscolari
  • sonnolenza
  • nausea, vomito, diarrea
  • mancanza di appetito
  • malessere generale
  • congiuntivite. La sua durata varia in base al soggetto, negli adulti dura circa 7 giorni, nei bambini l’ influenza si può estendere fino a 10 giorni. I casi più gravi, secondo il bollettino Influnet si sono registrati fra coloro già  affetti da patologie quali: diabete, obesità  e soggetti sofferenti a carico dell’apparato cardiovascolare, con complicazioni a livello respiratorio. 
  • E’ consigliabile quindi una massima igiene personale, idratare molto bene il corpo, utilizzare materiale usa e getta se a contatto  con altre persone, lavare spesso le mani, proteggersi dal freddo quando si esce e a casa mantenere una temperatura idonea allo stato influenzale.

Related posts

Maculopatia: cosa è, ecco i fattori di rischio

Patrizio Annunziata

I ceci fanno dimagrire? La risposta del nutrizionista

Patrizio Annunziata

Mangiare mirtilli tutti i giorni: incredibile, ecco cosa accade

Patrizio Annunziata