FoyhoTech.it
Tecnologia

La realtà aumentata di Google rileva già la profondità

L’officina Google è sempre al lavoro per migliorare le proprie applicazioni, l’ultima in ordine di tempo ad aver ricevuto attenzioni è ARCore, la piattaforma dedicata alla realtà aumentata. Il nuovo aggiornamento Arcore porta con sé la risoluzione di uno dei problemi che più lo affliggeva, ovvero il rilevamento della profondità.

ARCore grazie all’introduzione della Depth API consentirà ai dispositivi compatibili una migliore esperienza d’uso della Realtà Aumentata.

Depth API ARCore

La Depth API garantirà alle applicazioni AR il riconoscimento della profondità degli elementi presenti all’interno della scena inquadrata, per far sì che gli oggetti virtuali interagiscano in maniera realistica con quelli reali.

D’ora in poi sarà possibile nascondere gli oggetti virtuali dietro a quelli reali, offrendo così all’utente un senso di maggiore profondità e al contempo consentirà ad Oggetti e animali virtuali di vivere la tridimensionalità della realtà che li circonda, rendendo lo spostamento di quest’ultimi all’interno della scena molto più realistico. Con la Depth API gli ostacoli verranno scavalcati o aggirati invece di essere attraversati come avveniva finora. Di seguito alcuni esempi:

https://4.bp.blogspot.com/-ywUBAMKYN-0/XesQ3vKT1wI/AAAAAAAAIbI/3AMandbwf_c_YGuzo-h4HFoA1oHef1C7ACLcBGAsYHQ/s1600/final_5deb0fc3314e4a00143fd43f_845603.gif

https://4.bp.blogspot.com/-ywUBAMKYN-0/XesQ3vKT1wI/AAAAAAAAIbI/3AMandbwf_c_YGuzo-h4HFoA1oHef1C7ACLcBGAsYHQ/s1600/final_5deb0fc3314e4a00143fd43f_845603.gif

https://4.bp.blogspot.com/-ywUBAMKYN-0/XesQ3vKT1wI/AAAAAAAAIbI/3AMandbwf_c_YGuzo-h4HFoA1oHef1C7ACLcBGAsYHQ/s1600/final_5deb0fc3314e4a00143fd43f_845603.gif5603.gif

Il nuovo aggiornamento farà la gioia degli oltre 200 dispositivi Android che usufruiscono di ARCore visto che la DEpth API non richiede un hardware dedicato ma solo una singola fotocamera grazie all’algoritmo sviluppato da Google, che estrapola dati analizzando dei frame del flusso video catturati dalla cam. Se il dispositivo in tuo possesso dispone di un sensore ToF ti permetterà di generare una mappa della profondità molto più precisa e dettagliata.

https://3.bp.blogspot.com/-D–wZcJ5_qE/Xeq2iaql-iI/AAAAAAAAIKo/d80UaU_WDhYcOKN9d6pB45sd71ioGdm7gCLcBGAsYHQ/s1600/demo.gif

La realtà aumentata migliorerà all’interno delle case.

Google ha lavorato con diverse aziende per implementare questo importante miglioramento della sua piattaforma. Tra le tante che hanno collaborato annoveriamo Houzz, che propone idee per la casa e non solo, con la sua app My Room che integra la nuova Depth API nella funzione View My Room 3D, offrendo all’utilizzatore un’idea molto più realistica di come apparirebbe un determinato mobile o oggetto decorativo in una stanza di una casa. Ora non ci resta che attendere che la Depth Api venga aggiunta da tutti i developer che realizzano applicazioni dedicate alla Realtà Aumenta. Di seguito due filmati che mostrano più da vicino le caratteristiche di Depth API:

https://youtu.be/1q0-jdknbTs

https://youtu.be/VOVhCTb-1io

Related posts

League of Legends: arriva la collezione Luis Vuitton ispirata al gioco

Alberto Sanci

Blizzard rimborsa Warcraft 3 Reforged: troppe proteste, il gioco è un flop

Alberto Sanci

Apple Watch: rubato brevetto sulla fibrillazione atriale?

Alberto Sanci

Leave a Comment