Dopo aver definito gli standard per smartphone ( Qui  ) è giunta l’ora dei tablet.

La verità è scomoda ed è inutile girarci intorno: i tablet non servono a nulla.

Si collocano tra due realtà tecnologiche: i notebook e gli smartphone. Alcuni si travestono da notebook senza esserlo e si fanno chiamare ” 2 in 1″, altri invece si mascherano da smartphone troppo cresciuti (hanno diagonali di schermo da 7 fino a 12.2 pollici e hanno la funzione telefono)

  • Se interessati ai “2 in 1” è meglio cercare un notebook
  • se interessati a smartphone grandi è meglio rivolgere l’attenzione ai phablet (schermi dai 5.5 ai 6.4 pollici)

Ogni scelta diversa è destinata a essere un fallimento.

La prerogativa di un tablet è la multimedialità sempre nell’ambito della portabilità (che deve risultare più appetibile di quella di un notebook) pertanto ecco come deve essere:

DIMENSIONI

  • diagonale di schermo 9.7 – 10.5 con aspect ratio 4:3 (rapporto tra larghezza e altezza dello schermo, esistono altre proporzioni in commercio)

MATERIALI – HARDWARE

  • Quelli già indicati per gli Smartphone ( Qui ) con un’ unica variazione per la risoluzione dello schermo. Va bene FullHD, meglio QHD, con maggiore cura e accorgimenti per agevolare la lettura di ebook senza stancare troppo la vista. Batteria capiente minimo 6000mah, peso del dispositivo non superiore a 700 grammi.

SOFTWARE

  • No categorico ai tablet dualboot Android/Windows (Android risulta in versione RemixOS o AOSP e per windows meglio un notebook)

CONCLUSIONI E CONSIGLI PERSONALI

La realtà dei tablet è vasta, variegata e complessa.

Ogni scelta low-cost offerta dal Mercato è insoddisfacente. I Grandi brand come Sony, Samsung, Huawei, Asus offrono un Top Gamma con schede tecniche che non reggono il confronto con gli Smartphone, sia in termini di estetica, funzionalità e prestazioni. E costano dai 250 euro in su.

In questo scenario si sono inseriti brand meno noti come Chuwi, Teclast, Onda che abbattono i costi, si avvalgono di processori INTEL ATOM ma hanno display, autonomia, materiali e connettività insoddisfacenti (gli schermi tra radiazioni della luce blu e schermo in plastica affaticano la vista).

Un tablet che non sia un Ipad è possibile quindi, ma al momento non c’è. La scelta migliore è IPAD PRO 9.7 . Lo compriamo su Internet a un prezzo concorrenziale così come abbiamo sempre fatto (come scritto Qui).