Il mercato degli Smartphone è come l’Oceano: vasto, complesso, ricco d’insidie, ma anche d’opportunità e occasioni. Per non perdersi l’esperienza è fondamentale.

 

Quando ti trovi nell’Oceano l’unica cosa che vedi è l’Orizzonte. E’ una linea illusoria e fittizia che collega l’azzurro del cielo con il blu del mare.  Sei solo con la tua esperienza e i mezzi che hai a disposizione.

Che cos’è l’esperienza? Sono tutti i nostri errori commessi in passato, del resto sbagliando si impara, giusto?

La metafora con l’Oceano è voluta perchè in koreano si dice BADA. BADA OS è il mio più grande e fondamentale errore, me l’ha insegnato il Samsung Wave 1. Ho imparato che  chi scommette sulla tecnologia perde sempre, che non bisogna abbracciare progetti troppo ambiziosi o futuristici. Bisogna ricercare basi solide. Ho imparato che la scheda tecnica non è tutto sebbene sia importante comprenderla, il Maestro è stato il Oneplus One.

Sulla terra ferma trovi i centri commerciali, nell’Oceano ti muovi su Internet, i mezzi sono i blog, i recensori, i gruppi social da facebook a telegram, siti specializzati in vendite Online. Ognuno poi traccia la propria rotta, sceglie i propri mezzi, le proprie strategie. Il confronto con la “terra ferma” è inglorioso, l’ “Oceano” offre opportunità incredibili d’acquisto e lascia a bocca aperta e un pò infastiditi quelli che hanno avuto paura di bagnarsi.

Navigando negli anni ho raccolto i miei piccoli successi, tutti quanti vogliono il miglior smartphone possibile in base alle proprie esigenze, sopratutto economiche. Ho avuto il piacere di regalare a mia madre uno Zuk z1 pagato 170 euro spedito di cui è entusiasta, consigliare nel 2014 un honor 3c a 130 euro e prendere per me a 181 euro lo Zuk z2 plus.

Chi scopre l’Oceano se ne innamora e sorride quando vede le offerte dalla terra ferma.

Tra poco si parte. Qual è la tua esperienza?